Tariffe

Con deliberazione 16.01.2013 n. 6/2013/R/COM l'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico ha istituito, con decorrenza 01.01.2013, la componente tariffaria UI1 applicata ai servizi di acquedotto, fognatura e depurazione.

Tale componente, destinata alla copertura dei costi delle popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nei giorni del 20 maggio 2012 e successivi, è applicata a tutte le utenze del Servizio Idrico Integrato e dal 01.01.2014 è pari a 0,4 centesimi di euro/metrocubo (0,004 €/m3) fatturato per ciascun servizio di acquedotto, fognatura e depurazione.

Con deliberazione 28.12.2015 n. 664/2015/R/IDR l’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico ha istituito, con decorrenza 01.01.2016, la componente tariffaria UI2 applicata ai servizi di acquedotto, fognatura e depurazione.

Tale componente, destinata alla promozione della qualità tecnica, è applicata a tutte le utenze del Servizio Idrico Integrato e dal 01.01.2018 è pari a 0,9 centesimi di euro/metrocubo (0,009 €/m3) fatturata per ciascun servizio di acquedotto, fognatura e depurazione.

Con deliberazione 21.12.2017 n. 897/2017/R/IDR l’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico ha istituito, con decorrenza 01.01.2018, la componente tariffaria UI3 applicata al servizio di acquedotto.

Tale componente, destinata alla copertura del bonus sociale idrico nazionale, è applicata a tutte le utenze del Servizio idrico integrato e dal 01.01.2018 è pari a 0,5 centesimi di euro/metrocubo (0,005 €/m3) fatturato per il solo servizio di acquedotto.

Documenti

Tabelle contenenti i costi standard relativi alla realizzazione di nuovi allacciamenti di acquedotto e fognatura (scarica).

Precisazioni sulla "tariffa pro capite effettiva":

A partire dall'anno 2018, per le utenze ricadenti nella categoria "uso domestico residente", l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha imposto l'applicazione di una tariffa basata sul numero di abitanti appartenenti all'utenza, c.d. "tariffa pro capite effettiva".

In assenza di tale informazione e fino alla sua acquisizione, all'utenza "uso domestico residente" viene applicata la c.d. "tariffa pro capite standard", la cui articolazione è riportata nei fogli tariffari riepiloganti le tariffe dei singoli anni.

La struttura della tariffa "pro capite effettiva" applicata da Piave Servizi e approvata dall'ARERA, prevede che vengano riconosciuti 19 m3 di tariffa agevolata (Tagev) per componente dell’utenza. La definizione dell'ampiezza degli scaglioni successivi (Tbase, Tecc1, Tecc2, Tecc3) viene determinata prendendo come riferimento la tabella relativa a 3 componenti. L’ampiezza di ciascuno scaglione è determinata sommando algebricamente all’ampiezza di riferimento 2 m3 moltiplicati per la differenza tra i 3 componenti di riferimento e gli effettivi componenti.

Il valore euro/m3 di ciascuna tariffa (Tagev, Tbase, Tecc1, Tecc2, Tecc3) è il medesimo previsto per l’“uso domestico residente – tariffa pro capite standard” specifico per ogni anno; al variare del numero di abitanti per utenza cambia unicamente l’ampiezza dello scaglione per il quale viene applicata la relativa tariffa.

Al fine di rendere più chiaro il meccanismo, si veda la variazione degli scaglioni per utenze da 1 a 12 abitanti; mentre, per il valore euro/m3 della tariffa del singolo scaglione si rimanda al foglio delle tariffe dell’anno di interesse.

Pagamenti

Riferirsi ai dati specificati in questa pagina.